MUSEO DEL TERREMOTO: AL VIA IL CANTIERE

Iniziano i lavori per il progetto del nuovo Museo del Terremoto - MuTerr a Soriano Calabro

Il  Museo “MuTerr” diventerà quindi presto una realtà, unico nel suo genere in Europa, un museo suggestivo scientifico della memoria finalizzato a valorizzare in tutta la sua importanza il complesso monumentale dell’antico convento santuario di San Domenico di Soriano in provincia di Vibo Valentia luogo simbolo del terremoto del 1783. Il terribile sisma che devastò la Calabria tra il 5 ed il 7 febbraio che fece registrare proprio a Soriano l’epicentro della tremenda scossa.

Il museo sarà una sorta di memoriale da realizzare tra le rovine del Monastero di San Domenico e precisamente in una zona interamente ipogeica di circa cinque mila metri quadrati”.

Proprio in questi ambienti, una volta ristrutturati e adattati, verranno collocati per l’esposizionenon solo reperti risalenti ala fine del XVIII secolo,muti testimoni del sisma, ma anche sale didattiche esplicative riguardo i terremoti nel mondo e in Calabria. In particolare, saranno create delle ricostruzioni, come per esempio la “casa intelaiata” antisismica che sarà realizzata con materiali originali, “breste” e “terraloti” . Particolare e unica la sala offrirà, inoltre, la proiezione a parete di edifici del tempo e la simulazione del loro crollo con vibrazioni, suoni e rumori di diversi gradi sismici di terremoto, le  resistenze e le distruzioni.

La sala si caratterizzerà anche per l’installazione alla volta di una controsoffittatura monumentale a costoloni lignei, studiata, progettata con processi digitali di progettazione parametrica  e taglio a macchina a controllo numerico e disegnata appositamente, la cui forma architettonica è una vera opera d’arte e che richiama il movimento ondulatorio e labile proprio del terremoto.

 

pause-play
/
tray-up